Statuto di TIncTec

Centro dipartimentale di Ricerca in Didattica, disabilità e inclusione, tecnologie educative
Research center of Teaching and learning, Inclusion, Disability, and Educational Technology
TIncTec

ATTO COSTITUTIVO

Art. 1 Istituzione
1. Presso l’Università degli Studi di Macerata – Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo è costituito il Centro di ricerca denominato Centro dipartimentale di Ricerca su Didattica, disabilità e inclusione e tecnologie educative – Research center of Teaching and learning, Inclusion, Disability, and Educational Technology – acronimo TIncTec

Art. 2 Finalità
1. Il Centro si propone di agire da promotore delle attività di ricerca su temi collegati allo studio della Didattica, con un’attenzione particolare ai processi di apprendimento e insegnamento, alla progettazione, alla professionalità docente, all’inclusione, alla disabilità e alle tecnologie educative.
2. Gli obiettivi del Centro sono realizzati mediante le seguenti attività:
a) ricerca empirica, teorica e applicativa;
b) promozione della partecipazione a bandi di ricerca europei o nazionali attraverso lo sviluppo di analisi multidisciplinari connesse ai temi del Centro;
c) attivazione e mantenimento di rapporti e di forme di collaborazione con enti e istituzioni similari in Italia e all’estero;
d) promozione o partecipazione diretta a convegni, seminari, cicli di conferenze, mostre, pubblicazioni, corsi di formazione, di aggiornamento e di perfezionamento, summer school;
e) istituzione di borse di studio, cicli di dottorato di ricerca e assegni di ricerca.
3. Il Centro può dotarsi di una pagina web integrata nel sito di Ateneo per dare visibilità e promozione alle proprie iniziative e finalità.

Art. 3 Sede
1. Il Centro ha sede presso il Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo dell’Università degli Studi di Macerata.

Art. 4 Componenti
1. Il Centro è costituito con la partecipazione stabile di n. 12 docenti, professori e ricercatori, come da elenco allegato, del Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo nei settori scientifico-disciplinari M-PED/03, M-PED/ 04, M-PED/01, M-GGR/01, M-FIL/01, M-STO/04.
2. Essi costituiscono il Consiglio degli aderenti al centro e potranno successivamente ammettere altri studiosi del Dipartimento interessati ai temi di ricerca.
3. Altri professori e ricercatori di diversi dipartimenti dell’Università degli Studi di Macerata interessati ad avviare attività di ricerca sulle tematiche oggetto del Centro, oltre che esperti e personalità italiane e straniere di particolare prestigio distintisi nel campo degli studi sulle tematiche oggetto del Centro, possono essere invitati a partecipare alle attività del Centro in qualità di ospiti.

Art. 5 Personale tecnico amministrativo
1. Il supporto amministrativo e gestionale alle attività del centro è assicurato dai competenti uffici del Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo.

Art. 6 Organizzazione
1.Il Centro si avvale di:
a) un Coordinatore;
b) un Vice coordinatore;
b) un Consiglio degli aderenti al centro.

Art. 7 Il Coordinatore
1. Il Coordinatore del Centro è un professore o ricercatore a tempo pieno; viene eletto a maggioranza semplice dal Consiglio degli aderenti al centro in apposita seduta, previa convocazione del Direttore del Dipartimento. Dura in carica tre anni, può essere rieletto ed è nominato dal Direttore di Dipartimento.
2. Il Coordinatore svolge le seguenti funzioni:
a) coordina e promuove le attività del Centro;
b) sottoscrive le richieste di reperimento dei finanziamenti;
c) predispone il programma delle attività del Centro ed elabora il bilancio di entrate e uscite relative all’anno finanziario di competenza e relativo piano di spesa;
d) attua il programma di attività deciso dal Consiglio degli aderenti al Centro;
d) propone al Dipartimento il bilancio e le proposte di spesa o di acquisizione di fondi;
d) predispone, al termine dell’esercizio, una relazione sulle attività svolte dal Centro e sulle spese sostenute.
3. Il Coordinatore può designare un vice-coordinatore, scelto tra gli aderenti al Centro, con il compito di coadiuvarlo nell’esercizio delle sue funzioni nonché sostituirlo in caso di assenza o di temporaneo impedimento, dandone comunicazione al Direttore del Dipartimento.

Art. 8 Il Consiglio degli aderenti al Centro
1. Il Consiglio è composto secondo quanto previsto dall’articolo 4 commi 1 e 2.
2. Il Consiglio è convocato dal Coordinatore. Per la validità delle adunanze è necessaria la presenza di almeno la metà più uno dei componenti; sono esclusi dal computo gli assenti giustificati. Le decisioni sono assunte a maggioranza dei presenti.
3. Il Consiglio:
a) elegge il Coordinatore;
b) approva, su proposta del Coordinatore, il programma di attività del Centro e il relativo piano di spesa;
c) delibera su ogni altro argomento sottoposto al suo esame dal Coordinatore.
4. Il Consiglio è convocato almeno una volta all’anno per l’approvazione del programma delle attività del Centro. È altresì convocato ogni volta che il Coordinatore lo reputi necessario o lo richieda un terzo dei suoi componenti.

Art. 9 Risorse finanziarie e gestione amministrativo-contabile
1. Il Centro non dispone di autonomia amministrativa e gestionale. I fondi destinati all’attività del Centro sono contabilizzati nel budget del Dipartimento e gestiti in conformità a quanto deliberato dal Consiglio di Dipartimento, su proposta del Centro stesso.
2. Il Centro si avvale delle seguenti risorse finanziarie:
a) finanziamenti che otterranno i progetti di ricerca presentati dai suoi componenti;
b) liberalità e contributi da parte di privati e di enti pubblici, fondazioni, aziende di credito, locali, nazionali e internazionali;
c) eventuali introiti relativi alla vendita di pubblicazioni proprie o delle quote di adesione alle attività formative;
d) eventuali finanziamenti stanziati dal Dipartimento di Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo;
e) fondi di ricerca dei professori aderenti al centro, qualora gli stessi decidessero di devolverli al Centro.

Art. 10 Durata
1. Il Centro ha durata illimitata. In caso di cessazione delle attività le risorse in uso restano totalmente acquisite dal Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo dell’Università degli Studi di Macerata.

ALLEGATO 1. All’Atto costitutivo del Centro dipartimentale di Ricerca in Didattica, disabilità e inclusione, tecnologie educative – Research center of Teaching and learning, Inclusion, and Educational Technology – TIncTec

Componenti: n. 13 docenti, professori e ricercatori del Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo nei settori scientifico-disciplinari M-PED/03, M-PED/ 04, M-PED/01, M-GGR/01, M-FIL/01, M-STO/04.

Nominativi componenti:
1. Francesco Bartolini
2. Simone Betti
3. Michele Corsi
4. Rosita Deluigi
5. Catia Giaconi
6. Lorella Giannandrea
7. Luca Girotti
8. Sergio Labate
9. Patrizia Magnoler
10. Stefano Polenta
11. Pier Giuseppe Rossi
12. Chiara Sirignano
13. Massimiliano Stramaglia